Romanticismo invernale in Repubblica Ceca

Romanticismo invernale in Repubblica Ceca

La legna che scoppietta nel camino, montagne o monumenti innevati. Conoscete un’immagine più romantica?

L’inverno ha il suo fascino e riesce a risvegliare il nostro animo romantico. Del resto non c’è nulla di meglio che un focolare caldo, cose buone da mangiare e da bere e trattamenti benessere dopo un’intera giornata passata sulle piste innevate o passeggiando per la città!

Come godersi l’inverno a Praga

Anche se il tempo non favorisce le lunghe passeggiate per la città, è comunque possibile godersi Praga al massimo. Perché non andare a vedere una mostra interessante, mangiare qualcosa di buon oppure fare un po’ di sport con vista sul panorama di Praga dalle cento torri?

Cultura

Se siete degli appassionati dell’arte del primo medioevo non dovete tralasciare la mostra «Apri la porta del paradiso.I Benedettini nel cuore dell’Europa 800–1300», che dura fino al 15 marzo. La mostra presenterà ai suoi visitatori le opere più importanti dell’ordine benedettino durante la sua attività nelle terre centroeuropee.

Buon cibo

Due ristoranti praghesi con stella Michelin saranno felici di darvi il benvenuto: La Dégustation Bohême Bourgeoise e l’Alcron. Qui troverete la tipica cucina ceca invernale, che vi riscalderà piacevolmente. In gennaio e in febbraio i migliori ristoranti cechi parteciperanno ormai tradizionalmente al Grand Restaurant Festival, che vi permetterà, acquistando un voucher, di godervi una raffinata degustazione di varie portate in ristoranti diretti da chef di gran classe. Quest’anno il Grand Restaurant Festival si svolgerà dal 15.1 al 28.2.

Venite a scaldarvi nelle terme ceche oppure nella sauna

Il termalismo ceco ha una tradizione vecchia di secoli. Lasciatevi perciò vezzeggiare anche nei giorni in cui il tempo fa la faccia cattiva! Potete recarvi alle terme che hanno le sorgenti più calde, a Karlovy Vary, dove i getti hanno una temperatura anche di 73 °C, oppure alle terme con l’aria più pulita di tutta l’Europa centrale, a Karlova Studánka nel cuore dei Monti dei Frassini (Jeseníky). Queste terme sono inoltre adatte a coloro che vogliono prendersi una tregua dalla civiltà, infatti la località di Karlova Studánka ha solo 250 abitanti fissi. 

E cosa sarebbe l’inverno senza la sauna? Durante la stagione invernale potete infatti fare la sauna proprio nel centro di Praga su una barca con vista sul quartiere praghese di Hradčany. Nelle Terme in barca potete addirittura, dopo la sauna, tuffarvi direttamente nella Moldava ghiacciata e fare un paio di gelide bracciate con vista sul Castello di Praga. La sauna è piccola e di solito piena, si consiglia di prenotare con almeno un paio di giorni di anticipo.

Andate a fare fondo su una pianura scintillante

L’arteria sciistica principale della Selva Boema, la Šumavská magistrála, attraversa tutta la Selva Boema. Collega la Selva Boema da Železná Ruda a Lipno e porta negli angoli più noti e più belli della Selva Boema. In totale potete comodamente percorrerla per 140 km. Per percorrerla tutta avrete bisogno di alcuni giorni. Potrete alloggiare nelle piccole pensioni familiari che troverete lungo la strada. Il cuore della Selva Boema, e dell’intera arteria, si trova nel paesetto di Modrava, dove potrete rinfrescarvi nella nuova birreria alla moda di nuova apertura e assaggiare così la bevanda dorata prodotta dal birrificio posto alla maggiore altitudine di tutto il territorio della Repubblica Ceca. Se arriverete fino a Lipno e il tempo sarà favorevolmente gelato, sul lago di Lipno ghiacciato troverete la pista di pattinaggio più lunga della Repubblica Ceca! A seconda delle condizioni la sua lunghezza varia da 11 a 38 km.

Una delle zone da fondo più pittoresche della Repubblica Ceca è costituita dai Monti Iser (Jizerské hory), dove c’è la neve anche quando altrove non ce n’è più traccia. Le salite si alternano equamente a belle discese e inoltre per tutta la catena montuosa corre l’Arteria principale dei Monti Iser. Qui viene regolarmente battuta la pista da Bedřichov a Nová Louka, dove potrete ristorarvi nello chalet Šámalova chata. Inoltre il percorso copre all’incirca la stessa strada che percorrono i partecipanti alla famosa gara Jizerská padesátka.