A piedi per la Repubblica Ceca: i migliori consigli per i turisti occasionali e quelli esigenti

A piedi per la Repubblica Ceca: i migliori consigli per i turisti occasionali e quelli esigenti

Lo sapevate che la Repubblica Ceca ha una delle migliori segnaletiche turistiche al mondo?

Nella Repubblica Ceca, ma anche altrove in Europa, si dice che ogni ceco è un musicista. Tuttavia si dovrebbe anche dire che ogni ceco è un turista. Perché? Perché l'escursionismo vanta una tradizione secolare nelle regioni ceche. La bella natura delle montagne ceche, delle città rupestri, delle valli profonde e anche dei boschi ancora più profondi invitano esplicitamente a fare passeggiate lunghe o brevi. Potete mettere da parte i problemi di orientamento nella regione: la segnaletica turistica in Repubblica Ceca è tra le più sviluppate del mondo.
I primi segnali per i turisti sorsero sul territorio della Repubblica Ceca alla fine del XIX secolo. Da allora, gli itinerari turistici si allargano sempre più con piccole pause. Attualmente si sta lavorando alla segnaletica turistica nell'ex campo d'addestramento militare di Brdy vicino a Plzeň, un paesaggio non ancora esplorato dai turisti. In Repubblica Ceca ci sono anche alcuni "evergreen turistici" che vi presentiamo volentieri nelle prossime righe.

Venite ad esplorare i luoghi la cui bellezza può essere scoperta solo a piedi...

Lungo i crinali delle montagne

Sui più famosi monti cechi, i Monti dei Giganti, al confine tra la Repubblica Ceca e la Polonia, potreste trascorrere settimane percorrendo sempre  gli itinerari turistici. E sicuramente non vi annoiereste! Vi consigliamo comunque due evergreen dei Monti dei Giganti. Il primo conduce alla cima della montagna più alta della Repubblica Ceca, la Sněžka. Potete esplorare la Miniera gigante (Obří důl) da dove ammirare la splendida vista panoramica. Chi non si fida troppo della propria condizione fisica, può raggiungere la cima della Sněžka usando la funivia di Pec pod Sněžkou.

I Monti dei Giganti attraggono anche per la loro dominante, la sorgente dell'Elba. Questo fiume, che scorre attraverso la Boemia orientale e settentrionale e prosegue per tutta la Germania fino al mare del Nord, sgorga a Labská louka. Potete andarci partendo dal noto centro sportivo Horní Mísečky presso Špindlerův Mlýn, da dove i turisti meno dotati fisicamente possono avvicinarsi alla meta con la funivia.

Gli esperti di escursionismo in Repubblica Ceca consiglierebbero probabilmente i sentieri sui Monti dei Frassini, che sono tra i più belli del paese. Nella Repubblica Ceca occidentale, sui Monti Metalliferi, potete invece seguire le tracce dei cercatori di metalli preziosi.

Un tranquillo paesaggio vinicolo

Un capitolo a parte nel libro sugli itinerari turistici della Repubblica Ceca potrebbe essere dedicato ai sentieri tra i vigneti. Le passeggiate nel paesaggio tranquillo della Moravia meridionale sono quasi l'antitesi delle escursioni montane altamente impegnative. Una escursione a piedi nella regione della Pálava vi porterà a Mikulov, la città del vino, con il suo simbolo, Svatý kopeček. Lungo un altro sentiero si arriva alle romantiche rovine del Sirotčí hrádek (Castello dell'orfano). La passeggiata sarà accompagnata dall'atmosfera amichevole della Moravia meridionale e, naturalmente, dall'ottimo vino che potrete gustare in una delle cantine.

In compagnia di fiumi e laghi

Se siete diretti verso il sud della Repubblica Ceca, troverete le valli pittoresche e i fitti boschi della Selva boema. Anche qui si potrebbero raccomandare decine di sentieri turistici dove trascorrere ore a piedi. Una bella esperienza è ad esempio la gita ai Laghi Nero e Del Diavolo (Černé a Čertovo). Entrambi si nascondono nel profondo dei boschi, quindi bisogna parcheggiare l'automobile e cercarli a piedi.

E restiamo ancora un momento nella Selva boema, per poter consigliare il sentiero intorno al fiume Vydra. Il suo flusso calmo si trasforma rapidamente in drammatici percorsi pieni di pietre e cascate ed è un ottimo compagno per esplorare le bellezze della Selva boema.

Un'esperienza unica è garantita se andate sul Carso moravo. Potete camminare intorno alle grotte o nell'abisso più profondo nella Repubblica Ceca, Macocha. È possibile arricchire la vostra gita, ad esempio, attraversando il fiume sommerso Punkva.

Le città rupestri

Pochi angoli naturali sono così misteriosamente belli come le città rupestri. In Repubblica Ceca ce ne sono diverse. Le passeggiate sulle Rocce di Adršpach nella Boemia orientale hanno un fascino accattivante. Passeggiando su percorsi non impegnativi raggiungete anche la porta di pietra arenaria più grande d'Europa, che si trova nella famosa regione della Svizzera boema, al confine tra la Repubblica Ceca e la Germania. Una città rupestra unica, che nessuno vuole lasciare, è quella di Prachovské skály, che fa parte dell'area paesaggistica protetta del Paradiso boemo.

Alla scoperta dei monumenti sconosciuti

Scoprite a piedi, ad esempio, il volto ignoto di Olomouc. La storica città, che vanta un monumento UNESCO, è nota alla maggior parte delle persone come la perla barocca della Moravia. Pochi, però, conoscono la sua storia militare, che potete apprendere visitando a piedi i monumenti dell'epoca in cui Olomouc era anche una fortezza, costruita fin dalla sua nascita e cresciuta soprattutto tra il XVI e il XIX secolo.

Una regione ideale per le passeggiate è anche la Boemia settentrionale, dove si trovano, ad esempio, i castelli romantici di Kokořín e Bezděz. Un angolo sconosciuto dello splendido paesaggio della Vysočina è ad esempio la torre panoramica di Karasín al confine tra la Boemia e la Moravia.
n-where-to-go-on-foot