Una cultura un po’ diversa a Praga

Una cultura un po’ diversa a Praga

Venite a visitare spazi multifunzionali e capannoni industriali che oggi vengono utilizzati per scopi culturali e artistici.

HomeNovitàUna cultura un po’ diversa a Praga
La trasformazione degli edifici industriali in centri culturali è diventata molto popolare negli ultimi tempi. E questo accade anche a Praga. In un solo posto potete trovare club, bar, sale da concerto, gallerie o spazi espositivi originali. Ecco alcuni consigli sui luoghi da visitare che a volte possono essere lontani dall'interesse comune.
Mezinárodní centrum současného umění (Centro internazionale d'arte contemporanea) – MeetFactory – si trova nel quartiere praghese di Smíchov, non lontano dal fiume Moldava e dall'isola Prato Imperiale (Císařská louka). È stato istituito nel 2001 dal famoso artista ceco David Černý allo scopo di coinvolgere Praga negli avvenimenti della scena mondiale dell'arte contemporanea e di gestire un centro culturale internazionale indipendente. MeetFactory è il punto d'incontro e di fusione di diversi generi artistici (arti figurative, musica, teatro, cinema, fotografia, letteratura), di gruppi creativi e di varie generazioni.

Forum Karlín – un luogo in cui si incontrano la cultura, i media e la vita sociale. Dal 1908, qui venivano prodotte caldaie a vapore moderne per tutta l’Austria-Ungheria, mentre oggi vi trovate non solo uno spazio multifunzionale dalla capienza di 3000 posti indicato per l'organizzazione di eventi culturali e sociali, ma anche una moderna newsroom mediatica ed uffici.

Una storia simile vanta anche il concetto relativamente nuovo Pragovka Art District, nato nella primavera del 2016. Il suo obiettivo è quello di far risorgere questa leggendaria fabbrica della Prima Repubblica che si trova nel quartiere praghese di Vysočany. Il centro artistico si trova, infatti, nel complesso dell'ex capannone industriale della celebre società Praga, la quale produceva automobili, camion e aerei. Oggi, Pragovka rappresenta un vivace centro multiculturale e un quartiere artistico che offre un ambiente stimolante per la collaborazione e uno spazio tra i vari gruppi artistici.

Un altro spazio multifunzionale di Praga e il Centrum současného umění DOX (Centro dell'Arte contemporanea DOX), che è nato dalla ricostruzione di un’ex fabbrica nel quartiere praghese di Holešovice. Il programma di DOX si distingue dalle istituzioni espositive dal formato simile soprattutto per i progetti artistici di cui fa parte una riflessione critica sui temi e questioni sociali attuali. L'edificio del Centro DOX è un esempio di architettura mondiale contemporanea all’avanguardia. L'area espositiva di oltre 3000 m2 è completata da una caffetteria, una libreria e un negozio di design. Ora, sul tetto del DOX è possibile entrare nell’atipico dirigibile di legno Gulliver, che rappresenta principalmente un luogo d’incontro dell'arte contemporanea e della letteratura.

Sala teatrale polifunzionale, Malá scéna (Piccola scena), sala per gli allenamenti, sala prove, galleria e bar & bistro: tutto questo è Jatka 78, un posto che sembra essere stato creato apposta per il circo nuovo, la danza e il teatro non verbale, alternativo e delle marionette. Qui potrete assistere alle esibizioni di gruppi cechi e stranieri e godervi gli spettacoli, i workshop, le esibizioni e gli happening.

Il quartiere praghese di Holešovice offre un centro culturale chiamato La Fabrika, che si concentra principalmente su forme di teatro e di danza che richiedono una soluzione di spazio atipica. Naturalmente è possibile assistere anche ad esibizioni, concerti o spettacoli teatrali classici. Il complesso è nato grazie alla fusione di alcune fabbriche dell'inizio del XX secolo.

Qualcosa di molto particolare è rappresentato dall'iniziativa chiamata Vnitroblock. Questo progetto si è posto l'obiettivo di ravvivare tutta una strada! Per vedere come vanno le cose recatevi tra le vie Tusarova 31 e Dělnická 32, nel quartiere praghese di Holešovice. Qui potete prendere un caffè, acquistare i prodotti dei migliori designer, ballare, andare al cinema e molto altro. E tutto questo in spazi industriali assolutamente unici.