Come i cechi festeggiano il Natale

Come i cechi festeggiano il Natale

Usanze, tradizioni, gastronomia, cibo ... Vi sveleremo com'è il Natale ceco!

Il Natale è una delle festività cristiane più importanti, che viene celebrato anche nella Repubblica Ceca. Indipendentemente dalla religione, le persone percepiscono il Natale come un periodo di pace, serenità e amore, celebrandolo insieme alla famiglia, agli amici e ai conoscenti. L'attesa della celebrazione della nascita di Gesù Cristo è associata a molte tradizioni influenzate da usanze cristiane e pagane.

Il periodo dell'Avvento

Se volete celebrare il Natale come in Repubblica Ceca, dovete iniziare circa un mese prima, ossia quando inizia l'Avvento, un periodo di quattro settimane di attesa e preparativi per il Natale. Inizia a cavallo tra novembre e dicembre. Durante la prima domenica dell'Avvento, molte persone costruiscono i presepi nelle loro case e sulle piazze iniziano i mercatini di Natale. Il più grande mercatino dell'Avvento della Repubblica Ceca è a Praga, in piazza della Città Vecchia.

In passato, l'Avvento era anche un periodo di digiuno e di attesa del Natale. Oggigiorno ci sono poche persone che rispettano il digiuno, ma alcune usanze sono sopravvissute ai secoli. Quali usanze sono legate ancora oggi all'Avvento ceco? L'usanza più "visibile" dell'Avvento è la corona dell'Avvento a casa. Quella senza candele è usata per decorare la porta, quella con candele funge da conto alla rovescia simbolico delle quattro settimane dell'Avvento: ogni domenica si accende una candela. Un'altra usanza è legata alla cosiddetta "trhání barborek": il giorno di Santa Barbara, ossia il 4 dicembre, si strappano i rami dei ciliegi, si portano a casa, al caldo, si mettono in un vaso pieno d'acqua e si curano come dei normali fiori recisi. Se il vostro ramo fiorisce entro la Vigilia di Natale, l'anno successivo si avvereranno tutti i vostri desideri. Un'altra tradizione è la celebrazione della festa di San Nicola il 5 dicembre. Di sera, San Nicola, l'angelo e il diavolo bussano a tutte le porte, San Nicola premia i bambini buoni e il diavolo punisce quelli cattivi. Oggi, tuttavia, il diavolo è solo un deterrente per i bambini capricciosi e tutti i bambini ricevono sempre piccoli regali e dolci da San Nicola.

Feste natalizie

Il Natale in Repubblica Ceca inizia il 24 dicembre, ossia la Vigilia di Natale, a cui sono legate molte superstizioni e tradizioni. In passato, le persone percepivano questo giorno come pieno di incantesimi e rituali magici. Anche se, ormai, la maggior parte delle famiglie non rispetta il digiuno per tutta la giornata fino al cenone della Vigilia di Natale per vedere il salvadanaio d'oro, ossia la ricchezza, la decorazione dell'albero di Natale, i canti natalizi, le passeggiate e le visite al cimitero in ricordo di coloro che non possono più festeggiare il Natale sono usanze ancora diffuse. Nelle famiglie ceche sono talvolta rispettate anche usanze pagane come prevedere il futuro tagliando una mela o versando piombo fuso nell'acqua. Anche la preparazione della tavola per la Vigilia di Natale, che si apparecchia sempre per un numero pari di persone, e la cena in sé, dove tutti indossano il vestito per le feste, sono tra le tradizioni ancora rispettate. E che cosa si trova su quasi tutte le tavole imbandite per la Vigilia di Natale? Zuppa di pesce, carpa o altri pesci, cotolette con insalata russa e una ciotola di biscotti natalizi tradizionali. Nessuno si alza dalla tavola durante il cenone della Vigilia di Natale, perché, secondo le superstizioni, chi si alza prima che il cenone sia finito muore entro un anno. Dopo il cenone ci sono i momenti più belli e gli occhi dei bambini brillano in attesa del suono della campanella. Essa, infatti, annuncia che Gesù Bambino è arrivato e se n'è andato senza che nessuno l’avesse visto, lasciando i regali sotto l'albero decorato per le feste. Dopo il cenone e lo scambio dei regali, molte persone, credenti e non credenti, vanno alla chiesa più vicina per la Messa di mezzanotte. Le Messe di mezzanotte nella Cattedrale di San Vito al Castello di Praga e nella Cattedrale di San PietroBrno hanno sempre un'atmosfera unica.

Il primo e il secondo giorno di Natale, ossia il 25 e il 26 dicembre, le famiglie, gli amici e i vicini si fanno visita e trascorrono del tempo insieme. Come da tradizione, per pranzo vengono servite l'anatra o l'oca arrosto ripiena, oppure pollo con canederli e crauti.

Quest’anno, provate ad osservare alcune abitudini ceche. Vedrete che il Natale sarà letteralmente magico.