Gustatevi la Pasqua ceca: Cucina tradizionale di primavera

Gustatevi la Pasqua ceca: Cucina tradizionale di primavera

Non perdetevi i migliori piatti tradizionali del periodo di Pasqua nella Repubblica Ceca.

Gustatevi la Pasqua ceca: Cucina tradizionale di primavera
Pasqua è tempo di incontro tra due opposti – il rigido periodo di digiuno quaresimale e la grande abbondanza che segue dopo. La Quaresima termina quando inizia il triduo pasquale – e le usanze cambiano dalla notte al giorno! Il ritorno della primavera è generalmente festeggiato con decine e decine di piatti differenti. È interessante notare come ogni regione abbia le proprie specialità, spesso assai diverse l’una dall’altra. Ci sono però anche specialità universali e praticamente identiche in tutta la Repubblica Ceca. Ecco una selezione del meglio da provare in primavera o concretamente nel periodo pasquale.

Agnello pasquale con campanella

Fin dall’era pagana, il periodo di Pasqua è sempre coinciso con festeggiamenti importanti ed alcune antiche tradizioni si conservano ancora attualmente nella gastronomia ceca. Praticamente tutte le tavole pasquali sono imbandite con un Agnello pasquale. Si tratta di una torta di pastella dolce, simbolo del sacrificio di Cristo. Dopo la cottura in forno l’agnello viene estratto delicatamente dallo stampo e gli vengono apposti due pezzetti di uva passa, come occhi. Il dolce ancora caldo viene poi subito cosparso di zucchero vanigliato. Attorno al collo dell’animale viene legata una campanellina con un fiocco. E sulla tavola pasquale l’agnello accompagna la vera e propria torta di Pasqua. Quest’ultima è una specie di grande brioche di impasto dolce lievitato, dal gusto simile al pane natalizio. La torta di Pasqua viene generalmente preparata nel giorno del Sabato santo.

Che buono il ripieno di Pasqua

Di sicuro farete caso alle brioche pasquali. Questo pane dolce simbolizza la corda cui si impiccò Giuda. Al tempo stesso questa tradizione culinaria rappresenta anche la fine dell’inverno e l’inizio di una nuova vita; ecco perché le brioche pasquali possono avere diverse forme: uccelli, crostacei, lumache, anatroccoli, serpenti, ricci o anche tartarughe. Già nel giorno del Sabato santo vi consigliamo di provare il menù di Pasqua in uno dei tanti ristoranti tradizionali. Secondo le usanze il piatto principale è un ripieno di diversi tipi di carne, con erbe verdi e ortiche giovani come simbolo della primavera. Questa delizia va mangiata calda, ma i cantori una volta la ricevevano già raffreddata come regalo da portare a casa.

Ricetta del dolce agnello pasquale – Beránek

Ingredienti:
4 uova (albume e tuorlo separati)
3/4 tazza di zucchero
1 e 1/2 tazza di farina (semi-grezza)
1 confezione (12 g) di lievito in polvere
1 confezione di zucchero vanigliato
1 confezione (200 ml) di panna da montare
burro per ungere lo stampo
farina (grezza) per infarinare lo stampo

Procedura:
Ungere con burro uno stampo di medie dimensioni a forma di agnello e cospargerlo qua e là di farina. Pre-riscaldare il forno a 180°C. Montare i tuorli con lo zucchero. Aggiungere la farina mista a lievito in polvere e zucchero vanigliato. Versare la panna e poi aggiungere delicatamente i tuorli montati. Versare il tutto nello stampo e far cuocere per 45 minuti.