Praga industriale

Praga industriale

Scoprite i monumenti tecnici di Praga

HomeNovitàPraga industriale
L'architettura industriale è sulla cresta dell'onda. Vecchi capannoni, mulini, fabbriche di produzione e meccaniche e altri monumenti stanno guadagnando popolarità presso tutte le generazioni. Alcuni di questi edifici svolgono ancora la loro funzione originaria, altri hanno assunto una nuova veste diventando musei, bar o luoghi d’incontro. Sapete dove trovare i monumenti tecnici più interessanti di Praga?

Funicolare e torre panoramica di Petřín

Entrambi gli edifici tecnici trovarono la fonte di ispirazione a Parigi e dovevano essere inaugurati nel 1891, quando a Praga si svolse l'imponente Esposizione giubilare, che doveva rappresentare il progresso tecnico del mondo moderno di allora. I preparativi andarono a buon fine ed entrambi gli edifici furono inaugurati in tempo. La prima funicolare con passeggeri partì per Petřín il 25 luglio 1891. Per la trazione fu scelto un metodo molto interessante: quello idrico. Nel vagone superiore della funicolare si pompava una quantità d'acqua tale da trascinare il vagone inferiore, mentre il conducente della funicolare doveva solo azionare i freni. Il servizio fu poi elettrificato nel 1931 e l'aspetto attuale risale alla ristrutturazione completata nel 1985. La funicolare di Petřín si trova attualmente a Malá Strana, in via Újezd, e ha un totale di 3 fermate. In realtà si tratta di un ibrido funicolare/treno. I vagoni corrono su rotaie e sono trainati da una fune d'acciaio. E la torre panoramica di Petřín? È evidentemente ispirata e copia vagamente la Torre Eiffel di Parigi e, come la funicolare, anch’essa fu costruita dagli appassionati per l'Esposizione giubilare del 1891. La torre panoramica di Praga festeggia quest'anno ben 130 anni ed è ancora in gran forma, visto che, di recente, è stata restaurata completamente e, dalla sua cima, offre una delle più belle vedute di Praga.

Veletržní palác (Palazzo delle fiere)

Il Palazzo delle fiere (Veletržní palác) è un edificio del quartiere praghese di Holešovice ed è uno dei primi e più grandi edifici funzionalisti di Praga. In origine fu destinato all’allestimento delle fiere, poi divenne la sede di società per il commercio estero. Il palazzo fu progettato dagli architetti Josef Fuchs e Oldřich Tyl nell'ambito di un concorso di architettura e la sua costruzione si svolse tra il 1925 e il 1928. Con una superficie di circa 13 500 m2, all'epoca era il più grande edificio del suo genere al mondo. Negli anni '70, l'edificio fu distrutto completamente da un incendio e si cercò una nuova destinazione d'uso per la struttura fatiscente. Circa 20 anni dopo, l'edificio è stato riparato e riaperto. Oggi, il Palazzo delle fiere è la sede della Galleria Nazionale di Praga e ospita le esposizioni permanenti 1796–1918: Umění dlouhého století (1796-1918: l'arte del secolo lungo) e 1918–1938: První republika (1918-1938: la Prima Repubblica), nonché altri spazi espositivi che vengono utilizzati per alcune esposizioni di breve durata che hanno bisogno degli ampi spazi circostanti.

Il viadotto di Negrelli

Il viadotto di Negrelli collega la stazione ferroviaria Masaryk di Praga con l'altra sponda della Moldava e attraversa il quartiere di Karlín. È storicamente il primo ponte ferroviario di Praga sulla Moldava e il secondo ponte praghese più antico sulla Moldava. Si tratta del ponte ferroviario più lungo di tutta la Repubblica Ceca. La sua lunghezza è infatti di 1 110 metri e, dopo il suo completamento, aveva 87 arcate. Il ponte è entrato in servizio nel giugno 1850. Fino all'inizio del XX secolo, era il ponte ferroviario più lungo d'Europa. Nel corso degli anni, il ponte ha subito molte modifiche e riparazioni, l’ultima delle quali è stata realizzata tra il 2017 e il 2020 e ha restituito al ponte il suo aspetto originario, con la completa rimozione della struttura precedente. Sono state ricostruite 100 arcate in mattoni, pietra arenaria e granito, otto delle quali attraversano il fiume Moldava. Diciannove arcate sono state completamente smontate e riassemblate secondo i progetti originari sotto la supervisione dei funzionari per i beni culturali. Se siete appassionati di ferrovie, non potete trascurare questo monumento industriale durante la vostra visita di Praga.

L’impianto di trattamento delle acque reflue di Bubeneč

L'antico impianto di trattamento delle acque reflue, situato nel quartiere Bubeneč di Praga, è un importante monumento industriale. Costruito tra il 1901 e il 1906, fu usato per il trattamento delle acque reflue fino al 1967. Il progetto dell'impianto di trattamento fu sviluppato dall'ingegnere inglese Sir William Heerlein Lindley. È uno dei monumenti industriali di Praga che si possono visitare. Vedrete i locali conservati con i resti delle attrezzature tecnologiche originali, sia per il trattamento effettivo delle acque reflue e il relativo funzionamento, sia per la fornitura di energia alle macchine. Per esempio, vedrete la sala delle macchine a vapore con la sala delle caldaie. Il vecchio impianto di trattamento delle acque reflue è un monumento culturale nazionale ceco dal 2010 e, per la sua unicità e stato di conservazione, ne è stata chiesta l'iscrizione alla lista del patrimonio culturale e naturale mondiale dell'UNESCO.

Sala delle partenze della stazione centrale di Praga

Alcuni monumenti industriali di Praga sono tuttora in funzione e magari vi può capitare di passarci accanto senza notarli. Un bellissimo esempio di monumento tecnico è la storica pensilina in acciaio dei binari e delle banchine della stazione centrale di Praga. La storica copertura in acciaio dei binari della stazione centrale di Praga, insieme alla sala delle partenze in stile Art Nouveau, domina l'intera area vicino a piazza San Venceslao. La sala a due navate con archi in acciaio, costruita nel 1905 da un'acciaieria praghese, è ora un edificio protetto dalla soprintendenza ai beni culturali. È stata completamente restaurata qualche anno fa, quindi potete ammirare un edificio che non è solo funzionale, ma anche bello.