Novità sui castelli

Novità sui castelli

Nuovi percorsi ed esposizioni per la stagione turistica 2021!

HomeNovitàNovità sui castelli
Vi piace visitare i luoghi in cui si respira la storia? Vi mostreremo che cosa si può vedere di nuovo nei castelli cechi quest'anno. Nell'anno in corso, infatti, vi attendono numerosi nuovi percorsi, esposizioni e altre novità. Molti edifici storici sono stati ristrutturati e i castelli di tutta la Repubblica Ceca aprono i loro cancelli applicando rigorose misure igieniche.

Il giardino nobile restaurato nel castello di Pernštejn

Il castello di Pernštejn si trova a Vysočina, non lontano da Brno. È un monumento bello e ben conservato che rappresenta l'architettura tardo gotica. E quest'anno avrete una ragione in più per visitarlo. Saranno aperti i giardini "illuminati" restaurati sui pendii sotto il castello di Pernštejn. Potrete passeggiare nel giardino che avrà riacquisito l'aspetto che aveva poco dopo il 1800 e avrete l'opportunità di ammirare l’esposizione appena aperta intitolata Cesty do krajin ticha: Moravské aristokratické zahrady v časech osvícenství (Viaggi nei paesaggi del silenzio: i giardini aristocratici moravi nel secolo dei lumi). L’esposizione è dedicata alla nascita dei cosiddetti giardini anglo-cinesi, che sostituirono i giardini francesi in Europa centrale a partire dalla seconda metà del XVIII secolo. Negli ultimi anni, il giardino è stato restaurato, quindi non aspettatevi querce secolari e cespugli romantici (li ammireranno probabilmente i nostri nipoti), tuttavia merita certamente una visita!

L'apertura del castello di Vimperk

Sopra Vimperk, una città situata nella Selva Boema, nella Boemia meridionale, si erge da secoli un bellissimo castello che però non era mai stato aperto al pubblico. Quest'anno, la ristrutturazione del Castello superiore volgerà al termine e si aprirà il Museo di Vimperk e un nuovo percorso di visita che vi farà conoscere la nobile famiglia dei Novohradský di Kolovraty. Le esposizioni modernizzate sulla stampa dei libri e la lavorazione del vetro saranno completate da sale dedicate al Sentiero d'oro, alla caccia, allo sport e al turismo, alla Selva Boema e a Vimperk nelle arti figurative.

La ristrutturazione del castello di Veltrusy

A metà estate si aprirà anche l'edificio principale del castello di Veltrusy, nella Boemia centrale, che è stato sottoposto ad una grande ristrutturazione e restauro dopo l'alluvione. Quasi 2000 mobili, compresi preziosi parati di carta e seta dipinti a mano, sono stati restaurati e trattati. Anche la sala terrena e la scala principale del castello sono state restaurate. Nell'ambito della ristrutturazione, saranno resi accessibili anche nuovi percorsi di visita, compreso un laboratorio interattivo per bambini. E quali nuovi percorsi vi aspettano? Ad esempio quello intitolato Zlaté časy ve službách císařovny (I tempi d'oro al servizio dell'imperatrice), che vi farà conoscere, tra le altre cose, il salone di Maria Teresa, dove pernottava l'imperatrice. Un altro percorso, chiamato Rodinný život pana hraběte (La vita familiare del conte), vi porterà invece attraverso le stanze private del conte Chotek e dei suoi figli più grandi. Qui sarete trasportati indietro negli anni '20-'60 del XIX secolo. I percorsi di visita del castello includono anche il Laboratorio del castello. In questo laboratorio multimediale ed educativo scoprirete perché e come prendersi cura dei vecchi edifici e del loro arredamento, come viene gestito il monumento e la storia del restauro dei monumenti e potrete provare voi stessi il lavoro di ricercatori, archeologi e restauratori.

Il cortile restaurato della fattoria dei Matouš a Plzeň

La fattoria dei Matouš si trova a Plzeň, nella Boemia occidentale. È situata proprio tra gli edifici con appartamenti che ora si trovano sui vecchi campi della fattoria. Quest'anno, per la prima volta, sarà accessibile l'intero complesso, che negli ultimi due anni è stato sottoposto ad un restauro generale. Sono stati restaurati tutti e cinque gli edifici, compreso il cortile e il frutteto. Nell'edificio residenziale è stata allestita un’esposizione che, con l'ausilio di una guida, presenta la vita quotidiana di una famiglia contadina della regione di Plzeň a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Nel granaio è stata invece allestita un’esposizione liberamente accessibile dal titolo "Cesta obilí" (La via del grano).

Nuovi percorsi di visita del castello di Litomyšl

La Boemia orientale custodisce una perla dell'UNESCO: il castello di Litomyšl. Vale la pena di visitare l'intero complesso del castello, anche se sarà soprattutto il castello a conquistarvi. Se lo visitate quest'anno, troverete alcune novità. Il primo nuovo percorso di visita si chiama Zámek za Valdštejnů (Il castello ai tempi dei Wallenstein). Questo percorso copre il periodo dalla costruzione del castello da parte della famiglia Pernštejn ai successivi proprietari, i Wallenstein-Vartenberg, fino alla metà del XIX secolo. Il secondo nuovo percorso si chiama Zámek za Thurn-Taxisů (Il castello ai tempi dei Thurn-Taxis) e copre il periodo storico dal 1855 al 1945. Il percorso commemora gli ultimi proprietari aristocratici del castello, la famiglia Thurn-Taxis, che lo usava come residenza estiva.

Il Palazzo di Jurkovič presso il castello di Kunětická hora

Nella Boemia orientale trovate anche il castello tardo gotico Kunětická hora, della celebre famiglia dei Pernštejn. Qui sarà riaperto il Palazzo ovest di Jurkovič appena ristrutturato. Il pubblico avrà l'opportunità di visitare questa parte del castello per la prima volta. Nell'ambito del progetto Kunětická hora Dušana Jurkoviče – básníka dřeva (La Kunětická hora di Dušan Jurkovič, il poeta del legno), sono state ristrutturate anche la sesta porta e la veranda in legno della Prima Repubblica. La soluzione si basa sulla documentazione storica conservata, che era basata sul progetto dell'architetto Dušan Jurkovič durante la sua realizzazione avvenuta nella prima metà del secolo scorso. Tuttavia, si prega di notare che, a causa del restauro del monumento in corso, il palazzo del castello e la cappella sono chiusi al pubblico.

Novità sul castello di Vranov nad Dyjí

Il castello moravo di Vranov nad Dyjí si erge sopra il fiume Thaya e offre vedute incredibili. E ora, grazie al nuovo percorso di visita che conduce alla torre di guardia medievale alta 24 metri, potrete godervele ancor di più. La nuova struttura metallica della piattaforma panoramica permette di ammirare la splendida veduta dei dintorni, i tetti del castello, il ponte di accesso, i giardini e la cappella e i meandri del fiume e la città sotto il castello.

Il tema della stagione: l'anno della nobiltà illuminata

L'Illuminismo, la corrente di pensiero innovativa della metà del XVIII secolo, è considerato la fine definitiva del Medioevo. L'Illuminismo fece nascere l'idea di libertà, il pensiero critico e il desiderio di cambiare in meglio la società europea stagnante da secoli. I nuovi impulsi che arrivarono nell’Europa centrale (ossia nel territorio dell'odierna Repubblica Ceca) dai paesi sviluppati dell'Europa occidentale raggiunsero innanzitutto la nobiltà colta. La scienza e la cultura si svilupparono e la gente comune cominciò a godere dei diritti civili. Quest'anno, alcune esposizioni speciali in diversi monumenti cechi sono dedicate a questo periodo. Il filo dell'Illuminismo attraversa i giardini del castello di Pernštejn, che sono stati restaurati con lo scopo di restituire loro l'aspetto illuminista originale e rappresentano materialmente la corrente di pensiero che iniziò a cercare paesaggi di silenzio. Potete incontrare le idee dell'Illuminismo anche nell’esposizione allestita nei castelli di Lednice, Jindřichův Hradec e Slatiňany che si intitola Vzpomínky na černobílý svět: Afričané v habsburské monarchii (Memorie di un mondo bianco e nero: gli africani nella monarchia asburgica). L’esposizione cerca di ricordarci che è stato proprio durante l'Illuminismo che sono emersi temi apparentemente moderni come la libertà, i diritti civili e il razzismo, che hanno influenzato profondamente la nostra società fino ad oggi.